Le verità nascoste nella Bhagavad Gita

Back to Schedule
Donate

Estratti dall'acclamato commento in due volumi di Paramahansa Yogananda,  God Talks With Arjuna — The Bhagavad Gita: Royal Science of God-Realization

Dio-colloqui-with-Arjuna-The-Bhagavad-Gita.jpg # patrimoniale: 7829

La Bhagavad Gita: Una Scrittura Universale

Il messaggio senza tempo e universale della Gita è onnicomprensivo nella sua espressione della verità.

flower

Bhagavad Gita significa "Canto dello Spirito", la divina comunione della realizzazione della verità tra l'uomo e il suo Creatore, gli insegnamenti dello Spirito attraverso l'anima, che dovrebbero essere cantati incessantemente ... Le verità fondamentali alla base di tutte le grandi scritture del mondo possono trovare una comune armonia  nell'infinita saggezza della mera sincerità dei 700 versi della Gita.

flower

L'intera conoscenza del cosmo è racchiusa nella Gita. Estremamente profonda, eppure formulata in un linguaggio rasserenante che rivela  bellezza e semplicità. la Gita è stata compresa e applicata a tutti i livelli dello sforzo umano e dell'impegno spirituale, offrendo riparo e guida a moltitudini di esseri umani, ognuno con le proprie differenti nature e necessità. Ovunque uno sia sulla via del ritorno a Dio, la Gita farà luce su quel tratto di viaggio.

Decifrare il codice del simbolismo e dell'allegoria dello yoga della Gita 

Gli antichi scritti sacri non distinguono chiaramente la storia dalla simbologia; piuttosto mescolano spesso i due nella tradizione della rivelazione delle scritture. I profeti raccoglievano esempi della vita quotidiana e degli eventi dei loro tempi e creavano essi stessi similitudini per esprimere sottili verità spirituali. La profondità divina non sarebbe altrimenti concepibile dall'uomo comune se non definita in termini semplici. Quando, come facevano spesso, i profeti delle scritture scrivevano metafore e allegorie recondite, lo facevano per nascondere alle menti ignoranti e spiritualmente impreparate le rivelazioni più profonde dello Spirito.

Quindi, in un linguaggio di similitudini, metafore e allegorie, la Bhagavad Gita è stata ingegnosamente scritta da Sage Vyasa, che ha intrecciato fatti storici con verità psicologiche e spirituali, presentando un dipinto di parole delle tumultuose battaglie interne condotte sia dall'uomo materiale che dall'uomo spirituale. Nascose sotto il duro guscio della simbologia i significati spirituali più profondi per proteggerli dalla devastazione dell'ignoranza dei secoli oscuri verso cui la civiltà stava scendendo, in concomitanza con la fine dell'incarnazione di Sri Krishna sulla terra.

flower

Le parole di Lord Krishna ad Arjuna nella Bhagavad Gita sono allo stesso tempo una profonda scrittura sulla scienza dello yoga, l'unione con Dio e un libro di testo per la vita di ogni giorno. Lo studente viene guidato da Arjuna passo dopo passo, dalla consapevolezza mortale del dubbio spirituale e del cuore debole alla sintonia divina e alla risoluzione interiore.

flower

La Bhagavad Gita, un completo trattato metafisico e psicologico, descrive tutte le esperienze che presenteranno al viaggiatore spirituale sulla via dell'emancipazione ... gli stati positivi verso cui  il devoto si sta dirigendo e quelli negativi che cercheranno di frenarlo e di distoglierlo dal suo obiettivo. "Uomo avvisato mezzo salvato!" Il devoto che comprende il significato del sentiero che deve percorrere non si sentirà mai incerto o sgomento per l'inevitabile opposizione.

La battaglia spirituale e l'ultima vittoria nella vita quotidiana

Il messaggio senza tempo della Bhagavad Gita non si riferisce solo a una battaglia storica, ma al conflitto cosmico tra bene e male: la vita come una serie di battaglie tra Spirito e materia, anima e corpo, vita e morte, conoscenza e ignoranza, salute e malattia, immutabilità e transitorietà, autocontrollo e tentazioni, discriminazione e cieca mente guidata dai sensi ...

Il devoto dovrebbe analizzare le sue azioni mentali e fisiche quotidiane per determinare quanta parte della sua vita è governata dall'ignoranza dell'ego (illusione) e dalla coscienza corporea, e quanto è in grado di esprimere della saggezza e della natura divina dell'anima.

flower

La meditazione yoga è il processo per educare ed equilibrare la consapevolezza della propria vera natura, per mezzi di  specifici metodi, leggi spirituali e psicofisiche, attraverso cui il meschino ego, la coscienza umana ereditaria ed imperfetta, viene sostituito dalla coscienza dell'anima.

flower

Ogni persona deve combattere la propria battaglia di Kurukshetra. È una guerra non solo degna di essere vinta, ma nell'ordine divino dell'universo e della relazione eterna tra anima e Dio, una guerra che prima o poi deve essere vinta.

Nella divina Bhagavad Gita, il raggiungimento più rapido di quella vittoria è assicurato al devoto che, attraverso la pratica indiscutibile della scienza divina della meditazione yoga, impara, come fece Arjuna, ad ascoltare il canto della saggezza interiore dello Spirito.

Il sentiero equilibrato della Gita: meditazione più retta azione

La vita di Lord Krishna dimostra l'ideale non della rinuncia all'azione, che è una dottrina contrastante per l'uomo rinchiuso in un mondo il cui respiro vitale è attività, ma piuttosto la rinuncia al desiderio terreno per i frutti dell'azione ... L'uomo dovrebbe così allenare la sua mente con la costante meditazione, per far si che possa compiere i suoi doveri quotidiani  e mantenere al contempo dentro di sè la coscienza di Dio ...

Il messaggio di Sri Krishna nella Bhagavad Gita è la risposta perfetta per l'età moderna e per qualsiasi età: Yoga della retta azione, del non attaccamento e della meditazione per la realizzazione di Dio. Lavorare senza la pace interiore di Dio è Ade, l'inferno;  lavorare con la sua gioia sempre gorgogliante nell'anima è portare dentro di sé un paradiso portatile, ovunque si vada.

Il percorso sostenuto da Sri Krishna nella Bhagavad Gita è l'aureo sentiero di mezzo,moderato, adatto sia per all'uomo impegnato nel mond, che al più elevato aspirante spirituale. Seguire il percorso sostenuto dalla Bhagavad Gita è la loro salvezza, poiché è un libro di autorealizzazione universale, che introduce l'uomo al suo vero Sé, l'anima, mostrandogli come si è evoluto dallo Spirito, come può compiere ù i suoi doveri sulla terra e come può tornare a Dio. La saggezza della Gita non è per gli aridi intellettuali dediti alla ginnastica mentale con i loro detti per l'intrattenimento dei dogmatisti; ma piuttosto per mostrare a un uomo o una donna che vivono nel mondo, capofamiglia o rinunciante, come vivere una vita equilibrata che includa l'effettivo contatto di Dio, seguendo i metodi passo-passo dello yoga.

La scienza eterna del Raja Yoga

All'inizio della creazione e dell'avvento dell'uomo, l'Infinito ha impregnato la sua Intelligente Energia Cosmica creativa (Maha-Prakriti o Spirito Santo) non solo con il potere della repulsione, la frammentazione della Coscienza Cosmica in anime e un universo di materia, ma anche con il potere di risvegliare le anime dai loro prodighi vagabondaggi nella materia, per tornare all'unità con lo Spirito. Tutte le cose hanno origine, sono create e sostenute da questa Intelligente Energia Cosmica, e alla fine tutte si risolvono quindi nello Spirito. L'ascesa segue al contrario l'esatto percorso della discesa. Nell'uomo, quel corso è l'autostrada interiore verso l'Infinito, l'unica via per l'unione divina per i seguaci di tutte le religioni di tutte le ere. Qualunque percorso di credenze o pratiche un essere utilizzi per raggiungere quell'unica autostrada, l'ascensione finale dalla coscienza corporea allo Spirito è uguale per tutti: il ritiro della vita e della coscienza dai sensi verso l'alto, attraverso le porte della luce nei sottili centri cerebrospinali, dissolvendo la coscienza della materia in forza vitale, la forza vitale in mente, la mente nell'anima e l'anima nello spirito. Il metodo di ascensione è il Raja Yoga, la scienza eterna parte integrante della creazione sin dal suo inizio.

flower

La tecnica del Kriya Yoga , insegnata da Krishna ad Arjuna e citata nei capitoli Gita IV: 29 e V: 27–28, è la suprema scienza spirituale della meditazione yoga. Tenuto segreto durante le epoche materialistiche, questo yoga indistruttibile è stato riportato alla luce per l'uomo moderno dal Mahavatar Babaji e insegnato dai Guru della Self-Realization Fellowship/Yogoda Satsanga Society of India. Lo stesso Babaji mi ha ordinato di diffondere questa sacra scienza dell'unione di Dio ...

Qualsiasi devoto che emulerà Arjuna, la personificazione del discepolo ideale, che svolgerà il suo legittimo dovere praticando il non attaccamento, e perfezionerà la sua pratica della meditazione yoga attraverso una tecnica come il Kriya Yoga, trarrà allo stesso modo le benedizioni e la guida di Dio e vincerà la vittoria della Realizzazione del Sè.

Come Dio ha parlato con Arjuna, così parlerà con voi. Come ha innalzato lo spirito e la coscienza di Arjuna, così vi innalzerà. Come ha concesso ad Arjuna la suprema visione spirituale, così vi conferirà l'illuminazione.

Nella Bhagavad Gita abbiamo visto la storia del viaggio di ritorno dell'anima a Dio, un viaggio che ognuno deve compiere. O anima divina! come Arjuna, "Abbandona la meschina debolezza della coscienza mortale. Sorgi!. Dinnanzi a te è il percorso reale".

Ulteriore esplorazione:

Condividi su